Copia di Copia di Copia di Aggiungi un'intestazione (2).png

“Nella comunicazione non importa quanto coerentelogico e corretto il contenuto possa essere, ma se non c’è un sentimento connesso il messaggio non verrà considerato.”


MATTEO MAINETTI

La dimestichezza con il proprio linguaggio del corpo è una competenza imprescindibile che aiuta il counselor nel contatto col cliente e nell’ascolto di ciò che nel qui ed ora cambia istante dopo istante.

Allo stesso modo, l’utilizzo delle parole, mai scelte a caso, del tono e del ritmo, sempre legati ai nostri stati emotivi, delineano chi siamo e cosa vogliamo da noi stessi e dal mondo.

Se i tre livelli (verbale, non verbale e paraverbale) non sono allineati daremo all’interlocutore l’impressione di essere poco chiari, poco coerenti e poco credibili. Saper armonizzare i tre livelli di comunicazione è fondamentale per comunicare efficacemente in ogni occasione: al lavoro, in famiglia, con gli amici, davanti a una platea di persone.

Conduce l'incontro: Lorenzo Priore (Psicologo)